Il nuovo Conto Energia Termico

Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico è stato pubblicato il Decreto interministeriale 16 febbraio 2016 che aggiorna la normativa per i piccoli interventi di incremento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Il decreto entrerà in vigore dal 31 maggio 2016.

In questo post ci vogliamo soffermare sugli aspetti riguardanti gli impianti solari termici per i quali l’incentivazione è particolarmente semplice e generosa. Chiariremo con esempi concreti come si calcolano gli incentivi e come sono erogati.

Il nuovo Conto Termico 2016 introduce alcune novità. La più interessante è che l’accesso agli incentivi è facilitato per chi intende realizzare un impianto solare termico di tipo domestico (con una superficie fino a 50 mq e con una potenza termica fino a 35 kW) anche abbinato a tecnologia solar cooling per la produzione di freddo. In questi casi l’erogazione degli incentivi è prevista in un'unica rata entro 90 giorni dall'intervento e può coprire fino al 65% delle spese sostenute.Il nuovo Conto Energia Termico, dunque, risulta molto più vantaggioso rispetto alla detrazione fiscale per gli altri interventi di riqualificazione energetica degli edifici che copre il 50% delle spese con un rimborso in 10 anni. Possono beneficiare di questa misura anche coloro che non hanno abbastanza “capienza” IRPEF, trattandosi di un trasferimento erogato dal GSE con bonifico bancario, e non di una detrazione fiscale. Quest’ultima resta sempre una valida opzione per chi preferisca una procedura standard e ancora più semplice e sia disposto a ricevere gli incentivi spalmati in un arco di tempo più lungo.

Infine, gli addetti ai lavori hanno accolto con favore la scelta di legare la misura degli incentivi non solo alla superficie dei pannelli installati, ma anche alla loro efficienza specifica certificata dalla scheda tecnica, premiando maggiormente chi investe nell’acquisto di pannelli solare di migliore qualità.

Come si accede agli incentivi Conto Termico 2016

Per gli interventi realizzati dai soggetti privati la richiesta deve essere presentata entro 60 giorni dalla fine dei lavori. È previsto un iter semplificato per gli interventi riguardanti l’installazione di uno degli impianti di piccola taglia (per generatori 35 kW e per sistemi solari 50 mq) contenuti nel Catalogo degli apparecchi domestici, che sarà pubblicato entro 90 giorni dall’entrata in vigore del decreto ed aggiornato periodicamente sul sito GSE.

Erogazione degli incentivi

Se l’incentivo da erogare è inferiore o uguale a 5000 € il pagamento avviene in un’unica rata entro massimo 90 giorni dall’eventuale approvazione della richiesta da parte del GSE. L’incentivo erogabile è proporzionale alla superficie dei pannelli solari installati, alla loro efficienza certificata e può coprire fino al 65% delle spese sostenute per la realizzazione dell’impianto inclusa la fornitura, la posa in opera e l’IVA.

Calcolo dell’incentivo in relazione all’efficienza e alla qualità dei pannelli

L’incentivo è calcolato in relazione alla curva di efficienza dei pannelli: l’assegnazione dell'incentivo per i pannelli solari termici avviene in base alla loro producibilità specifica e quindi, in ultima analisi, in base alla loro qualità e al risparmio garantito. Più alta è l’efficienza del pannello, più alto è l’incentivo. Così si incoraggiano gli utenti consapevoli che indirizzano la loro scelta verso i migliori prodotti sul mercato.

RICHIEDI INFO

Quanto risparmi con il solare termico Efficasa?

Con l’aiuto dei dati elaborati da Costruzioni Solari, vediamo nel concreto l’ammontare degli incentivi sull’acquisto di impianti solari termici con pannelli Panda 2 prodotti da Costruzioni Solari.

Tutti gli impianti solari con un pannello Panda 2 danno diritto ad un incentivo di 655 €. Tutti gli impianti con due pannelli Panda 2 danno diritto ad un incentivo di 1310 €: un vero affare considerando l’ulteriore risparmio che si ottiene abbattendo fino al 70% i consumi annui per la produzione di acqua calda.

L’incentivo erogabile è pari al 65% della spesa sostenuta e rendicontata tramite l’apposito bonifico bancario fino a al valore massimo di 655 € per impianti con un solo pannello e 1310 € per impianti con due pannelli.

Due esempi per capire meglio:

Nel caso in cui il costo totale per l’acquisto e l’installazione di un impianto da 300 litri con due pannelli Panda sia superiore a 2015 € iva inclusa, l’ammontare dell’incentivo è di 1310 €.

Nel caso in cui per lo stesso impianto la spesa ammonti a 1600 € (per esempio senza rendicontare i costi di installazione) l’ammontare dell’incentivo è 1040 € (il 65% di 1600).

Catalogo degli apparecchi domestici GSE

Il GSE predisporrà un catalogo di prodotti, con marca e modello, che rispondono a determinati requisiti (regolamento in lavorazione). Chi sceglie i prodotti del Catalogo potrà usufruire di una procedura semiautomatica e velocizzata per l'accesso agli incentivi, senza dover attendere tempi troppo lunghi. Privati e imprese potranno scegliere prodotti adeguati e ridurre ulteriormente i tempi di recupero del loro investimento.

Diagnosi e certificazione energetica non obbligatorie per impianti sotto i 200 kw

Per impianti termici che abbiano una potenza inferiore a 200 kW, la diagnosi e la certificazione energetica dell’edificio non sono richieste, come anche per installazioni di collettori solari termici abbinati a sistemi per la produzione di calore di processo e a impianti asserviti a reti di teleriscaldamento o teleraffrescamento. Questo significa pratiche più veloci e meno costose.

Contabilizzatori di calore non obbligatori per impianti solari inferiori a 100 mq

Dall’entrata in vigore del Decreto persisterà l’obbligo di installare i contabilizzatori di calore solo per impianti solari superiori a 100 mq di superficie solare lorda.

Note

Il presente documento non vuole essere in alcun modo esaustivo rispetto ai contenuti del Decreto del 16 Febbraio 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico (pubblicato nella G.U. n. 51 del 2 Marzo 2016) “Aggiornamento della disciplina per l’incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da

fonti rinnovabili”. In questo documento si vogliono solo evidenziare alcuni aspetti giudicati significativi da Efficasa srl limitatamente ad alcune importanti novità introdotte dal Decreto relativamente alla tecnologie del solare termico. Si rimanda al testo integrale del Decreto e ai suoi Allegati per una trattazione completa ed esaustiva di tutte le tecnologie coinvolte e di tutti i dettagli relativi.


Condividi

Prodotti Correlati

Commenti (0)

Commenta per primo