Smaltimento Pannelli Fotovoltaici

Nel corso degli anni le installazioni di impianti fotovoltaici sono state molto numerose. Secondo il “Renewable Capacity Statistics 2020” dell’Agenzia Internazionale dell’Energia Rinnovabile (IRENA), la capacità totale di energia prodotta da impianti fotovoltaici nel 2019 è pari a 138.266 MW solo in Europa, di cui 20.900 MW in Italia, secondo paese solo dopo la Germania. L’Italia ha visto un’importante crescita soprattutto grazie agli incentivi statali a partire dal 2005-2007 con il primo Conto Energia. Per questo motivo, oggi diventa cruciale affrontare la questione dello smaltimento dei rifiuti di impianti fotovoltaici a fine vita. Tra le varie componenti, quelle da trattare con maggiore attenzione sono sicuramente i pannelli fotovoltaici.

Ricorda: su Efficasa l'eco-contributo RAEE per lo smaltimento moduli è già compreso nel prezzo degli impianti fotovoltaici e dei pannelli solari.


Revamping e Repowering

Si deve innanzitutto ricordare che durante il ciclo di vita dell’impianto si possono effettuare alcune importanti attività di manutenzione e miglioramento. Le principali sono il revamping e il repowering.
Nello specifico, con il termine revamping, si intende la sostituzione delle principali componenti dell’impianto, come i pannelli fotovoltaici o gli inverter.
Con repowering si intendono gli interventi di manutenzione che restituiscono degli incrementi della potenza totale dell’impianto rispetto alla situazione iniziale. Obiettivo delle manutenzioni sarà quello di ripristinare o migliorare la funzionalità e l’efficienza degli impianti.


Leggi il nostro approfondimento sulla manutenzione di un impianto fotovoltaico


Quanto e cosa si ricicla di un modulo fotovoltaico

I pannelli fotovoltaici in genere hanno una durata media di 20-30 anni. Circa il 95% dei moduli fotovoltaici sono in silicio cristallino (generalmente monocristallino o policristallino) e sono composti da vari materiali come alluminio, vetro, polimeri, silicio, selenio, cadmio e gallio.
Per essere smaltiti e riciclati correttamente, tutti i pannelli solari fotovoltaici vengo disassemblati per separare e processare i diversi materiali. Il vetro presente nei moduli viene riciclato fino al 95%, mentre le parti metalliche come l’allumino, vengono fuse per ricostruire l’intelaiatura delle celle.
I materiali più delicati rimanenti vengono trattati termicamente per allentare i legami presenti nelle celle: la parte hardware viene riutilizzata fino all’80%, mentre il silicio viene trattato per produrre nuovi moduli, con un tasso di recupero che si aggira intorno all’85%.


Vedi i tutti i nostri moduli fotovoltaici monocristallinipolicristallini


Cosa succede ai moduli fotovoltaici a fine vita: processo di gestione e smaltimento dei pannelli solari

Le procedure da seguire in Italia per la corretta gestione e smaltimento dei moduli sono indicate nel D.L. 14 Marzo 2014, recentemente modificato, e vengono stabilite dal GSE. Secondo il decreto, gli impianti fotovoltaici e le sue componenti principali si classificano come Rifiuti ed Apparecchiature Elettroniche e/o Elettriche (RAEE)

Si distingue un diverso trattamento per due tipologie di rifiuti differenti:

  • RAEE domestici, rappresentati da moduli fotovoltaici in impianti con potenza inferiore ai 10 kWp
  • RAEE professionali, ossia i pannelli fotovoltaici in impianti con potenza uguale o superiore ai 10 kWp

Su Efficasa l'eco-contributo RAEE per lo smaltimento moduli è già compreso nel prezzo degli impianti fotovoltaici e dei pannelli solari.


Smaltimento RAEE fotovoltaici domestici inferiori a 10 kW

Nel primo caso, la responsabilità dello smaltimento dell’impianto a fine vita è a carico dei produttori. Quindi il proprietario dell’impianto (il Soggetto Responsabile) non deve far altro che rivolgersi agli appositi Centri di Raccolta che provvederanno al ritiro e alla consegna dello stesso nei centri di smaltimento autorizzati. In questo caso, il servizio è gratuito per il proprietario dell’impianto.


I Centri di Raccolta sono reperibili sul sito del Centro di Coordinamento RAEE.




Smaltimento RAEE fotovoltaici professionali uguali o superiori a 10 kW

Nel caso di impianti professionali bisogna distinguere due casi:

  • Sostituzione di vecchi pannelli solari con moduli nuovi equivalenti (revamping): in questo caso i costi sono a carico dei produttori
  • Smaltimento di vecchi moduli fotovoltaici senza sostituzione: se si tratta di un impianto installato prima del 12 aprile 2014, il processo è a carico del Soggetto Responsabile sia per l’aspetto tecnico (consegna materiali e componenti presso Consorzi/Sistemi di trattamento autorizzati), sia per l’aspetto economico. Per gli impianti installati dopo il 12 aprile 2014 il costo e le operazioni sono a carico dei produttori.



Smaltimento moduli incentivati

Bisogna considerare anche che esistono diversi metodi di smaltimento per gli impianti incentivati nei diversi conti energia:

  • Smaltimento moduli fotovoltaici per impianti incentivati con i primi tre Conti Energia
  • Smaltimento pannelli fotovoltaici per impianti incentivati con gli ultimi due Conti Energia (IV e V Conto Energia) e per impianti entrati in funzione dopo il 01/07/2012


Nel primo caso è previsto un meccanismo di garanzia che permette al GSE di trattenere una quota al quindicesimo anno di emissione dell’incentivo per gli impianti domestici (o a partire dall’undicesimo anno per gli impianti professionali) a copertura dei costi per lo smaltimento dei pannelli, che verrà poi restituita al proprietario dopo l’accertamento della corretta gestione e smaltimento dei rifiuti.

Nel secondo caso, i produttori hanno già aderito ad un Sistema Collettivo/Consorzio che garantisce il corretto recupero e riciclo dei pannelli (Consorzi stabiliti dal Disciplinare Tecnico GSE del Febbraio 2017). Per tali impianti il GSE non trattiene una quota per lo smaltimento, avendo già verificato a monte l’iscrizione dei pannelli ad un sistema idoneo.

Per impianti incentivati con i primi tre conti energia il GSE trattiene:

  • 12€ a modulo per impianti domestici
  • 10€ a modulo per impianti professionali

Nel caso degli impianti fotovoltaici domestici, il proprietario dell’impianto dovrà solo inviare al GSE, entro 6 mesi dalla consegna dei RAEE fotovoltaici, la Dichiarazione di Avvenuta Consegna firmata dal responsabile del Centro di Raccolta. Entro 180 giorni il GSE restituirà la quota.



Nuove disposizioni per i RAEE da fotovoltaico con il Decreto del 3 settembre 2020

Bisogna fare molta attenzione alla continua evoluzione normativa in tema di smaltimento RAEE da fotovoltaico. Ad esempio, il D.L. 3 settembre 2020 n. 118 ha previsto delle modifiche al D.Lgs 49/2014, lasciando però spazio forti incertezze, evidenziate dagli operatori del settore. Riportiamo al proposito quanto previsto dall’art. 24 -bis (Razionalizzazione delle disposizioni per i RAEE da fotovoltaico):

“1. Il finanziamento della gestione dei RAEE derivanti da AEE di fotovoltaico è a carico dei produttori indipendentemente dalla data di immissione sul mercato di dette apparecchiature e dall’origine domestica o professionale, fatti salvi gli strumenti di garanzia finanziaria attivati dai produttori per la gestione del fine vita dei pannelli fotovoltaici incentivati posti in essere prima della entrata in vigore del presente decreto. Per la gestione dei RAEE derivanti da AEE di fotovoltaico incentivate ed installate precedentemente alla entrata in vigore del presente decreto relativi al Conto Energia, per i quali è previsto il trattenimento delle quote a garanzia secondo le previsioni di cui all’articolo 40, comma 3, i soggetti responsabili degli impianti fotovoltaici possono prestare la garanzia finanziaria, prevista dal Gestore dei servizi energetici (GSE) nel disciplinare tecnico, nel trust di uno dei sistemi collettivi riconosciuti. Il GSE definisce le modalità operative ed è autorizzato a richiedere agli stessi responsabili degli impianti fotovoltaici idonea documentazione, inoltre con proprie deliberazioni e disciplinari tecnici può provvedere alle eventuali variazioni che si rendessero necessarie dall’adeguamento delle presenti disposizioni per le AEE di fotovoltaico incentivate.”


Ricordiamo che su Efficasa l'eco-contributo RAEE per lo smaltimento moduli è già compreso nel prezzo degli impianti fotovoltaici e dei pannelli solari.

Per maggiori informazioni e per tutti gli aggiornamenti legislativi si consiglia di consultare i siti web di GSE e del Centro di Coordinamento RAEE



Contattaci per una consulenza gratuita sul fotovoltaico

Commenti (0)

Utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.
Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie cliccando su Accetta.