Ecobonus

Superbonus 110%, Cessione del Credito e Sconto in Fattura per Fotovoltaico, Storage e Pompe di Calore

La super detrazione del 110% è l'incentivo per chi sceglie l'efficientamento energetico della casa con fotovoltaico, sistemi di accumulo e pompe di calore.

Requisiti Principali

  1. L'installazione dell'impianto fotovoltaico o dei sistemi di accumulo deve avvenire tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2025, ma con le modifiche recenti la detrazione si applica alle spese sostenute con scadenze e aliquote differenziate, in base ai casi specifici.
  2. Per ottenere la detrazione del 110% è obbligatorio svolgere anche almeno uno degli interventi trainanti:
    • Isolamento Termico (o Cappotto Termico)
    • Nei condomìni, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati a pompa di calore o a condensazione.
    • Nelle abitazioni unifamiliari o a schiera, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con una pompa di calore o impianti a condensazione.
    • Riqualificazione antisismica
  3. Gli interventi devono migliorare l’efficienza dell’edificio di almeno 2 classi energetiche, da attestare attraverso un’A.P.E. (Attestato di Prestazione Energetica), prima e dopo i lavori.
  4. Il Superbonus non si può cumulare con altri incentivi, in particolare non si potrà ottenere il regime di Scambio Sul Posto.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D. Lgs 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e al Regolamento UE 2016/679 (GDPR). Clicca qui per visionare la Privacy Policy di Efficasa (Obbligatorio)

Superbonus 110%, Cessione del Credito e Sconto in fattura per fotovoltaico: in pratica l’impianto a costo zero

Se acquisti un impianto fotovoltaico e una batteria d’accumulo puoi avere diritto all’Ecobonus 110%, a patto di svolgere almeno uno degli interventi trainanti. Ci sono due modi per usufruire dell’Ecobonus:

Sconto in Fattura

Sconto in fattura pari al prezzo dell’impianto: in pratica, non paghi niente e il fornitore poi recupererà il credito d’imposta o lo cederà a terzi.

Cessione del Credito

Detrazione fiscale e cessione del credito: paghi l’impianto ma puoi detrarre il 110% delle spese in 5 anni oppure cedere il tuo credito di imposta a una banca o a un altro intermediario.

Novità su aliquote, scadenze e beneficiari superbonus

Con le recenti modifiche, vanno considerate le seguenti differenze in base alla tipologia di immobile per ottenere il Superbonus. In particolare, le spese devono essere effettuate entro:

Edifici unifamiliari

  • 30 settembre 2022
  • 31 dicembre 2022, se al 30 giugno 2022 i lavori sono conclusi al 30%

Condomìni e edifici fino a 4 unità immobiliari con unico proprietario

  • 31 dicembre 2023 al 110%
  • 31 dicembre 2024 al 70%
  • 31 dicembre 2025 al 65%

Edifici di proprietà ex IACP

  • 30 giugno 2023
  • 31 dicembre 2023 se i lavori sono conclusi al 60% entro giugno 2023

Comunità energetiche rinnovabili, cooperative di abitazione, ASD, organizzazioni senza scopo di lucro

  • 30 giugno 2022

Comuni dei crateri sismici

  • 31 dicembre 2025 al 110%

Documentazione richiesta

Il cliente che effettua gli interventi di efficientamento energetico che danno diritto alla detrazione del 110% ha molti obblighi per dimostrare di essere in regola. Tra le altre cose, deve fornire in particolare:

  • il visto di conformità che attesti la sussistenza dei presupposti per la detrazione
  • l’APE (sotto forma di dichiarazione asseverata da parte dei tecnici abilitati) prima e dopo gli interventi che dimostri il salto di almeno 2 classi energetiche
  • l’asseverazione da parte del tecnico che dimostri la presenza dei requisiti minimi richiesti (DM 26/06/2015) e la congruità della spesa.

Ci saranno controlli molto precisi e sanzioni molto severe per i trasgressori, oltre alla perdita del diritto alla super detrazione.

È fondamentale quindi scegliere un bravo tecnico indipendente (normalmente un ingegnere-certificatore energetico) che valuti con attenzione e nel solo interesse del cliente lo stato dell’immobile, le eventuali situazioni critiche che impedirebbero di ottenere il Superbonus e che definisca i lavori necessari e opportuni per garantire il reale efficientamento dell’edificio, redigendo le asseverazioni senza pressioni dal committente terzo. Il motivo? Se qualcosa va storto o se i successivi controlli delle Autorità ravviseranno delle irregolarità, a pagarne le conseguenze legali ed economiche è il cliente finale, non il fornitore, come è ben spiegato nella Circolare dell’Agenzia delle Entrate 24/E dell’8 Agosto 2020.

Inoltre, dato che la materia è in continua evoluzione, consigliamo sempre di rivolgersi anche al proprio commercialista per verificare i propri requisiti in base alle norme più aggiornate. 

Fotovoltaico e Sistemi di Accumulo con Sconto in Fattura del 50%

Cosa succede per chi non ha i requisiti minimi richiesti per accedere al 110% oppure semplicemente non vuole effettuare lunghi e impegnativi lavori in casa con tutte le numerose e rigide pratiche fiscali, tecniche e burocratiche richieste?

  • Può installare da subito l’impianto fotovoltaico con o senza sistema d'accumulo
  • Continua ad avere diritto al 50% di detrazione fiscale in 10 anni
  • Può avere lo sconto in fattura del 50% dal fornitore
  • In alternativa, può cedere il credito a una banca o a un altro intermediario

Efficasa offre il servizio di cessione del credito con sconto in fattura del 50% aggiungendo solo il piccolo contributo per la copertura dei costi finanziari dell'operazione. Se vuoi conoscere meglio quest’opzione, contattaci pure per avere tutti i dettagli.

Hai bisogno di maggiori chiarimenti?

Utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.
Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie cliccando su Accetta.